Helena Janeczek La ragazza con la leica Guanda

Pubblicato il 06/07/2018

il 1 Agosto 1937 una sfilata piena di bandiere rosse attraversa Parigi. E' il corteo funebre di Gerda Taro, la prima fotografa caduta su un campo di battaglia. Proprio quel giorno avrebbe compiuto 27 anni. Robert Capa, in prima fila, è distrutto: erano stati felici insieme, lui gli aveva insegnato a usare la Leica e poi erano partiti tutti e due per la Guerra di Spagna. Nella folla seguono molti altri che sono legati a Gerda. E' il suo "battito" tiene insieme un flusso che allaccia epoche diverse e luoghi lontani, restituendo vite alle istantanee di questi ragazzi degli anni Trenta alle prese con la crisi economica, l'ascesa del nazismo, l'ostilità verso i rifugiati che in Francia colpiva chi era ebreo e di sinistra, come loro. Ma per chi l'ha amata , questa giovinezza resta il tempo in cui , finché Gerda è vissuta, tutto sembrava ancora possibile.

" Era chiaramente...la ragazza carina cui, come il destino, non si poteva che correre dietro". Georg Kuritzkes in un'intervista radiofonica del 1987

Vincitrice del Premio Strega 2018

Autrice  Helenha Janeczek

Titolo  La ragazza con la Leica

Editore  Guanda

Pagine    233

Prezzo   18.00