Ivano Dionigi Quando la vita ti viene a trovare Lucrezio, Seneca e noi Laterza

Pubblicato il 22/02/2019

Solitari restare a riva a osservare le tempeste della vita o salire a bordo senza troppo curarci dei compagni di viaggio? Seguire le leggi del cosmo o le leggi dell'io? Scegliere la politica o l'antipolitica? Il negotium o l'otium? Credere o capire di fronte a Dio e alla morte? Seguire la lezione dei padri o la rivoluzione dei figli? Basta volgere lo sguardo al mondo classico di Atene e Roma per trovare i nostri più naturali interlocutori, coloro che ci hanno preceduto nelle nostre stesse domande,. Lucrezio e Seneca hanno fatto il controcanto al presente ponendosi le domande ultime.Non importa quali risposte abbiano dato, importa invece la loro allergia al pensiero unico, tanto da averci prospettato concezioni diverse e rivali del mondo. Importa il coraggio di sperimentare, in solitudine e in autonomia, cosa significa sopportare la verità quando la vita ti viene a trovare. A loro dobbiamo rivolgerci per ricordarci come eravamo e come potremmo essere. " Per una meravigliosa e tremenda ambiguità linguistica , la morte e la vita sono iscritte nella stessa parola bios: bi'os è vita, bio's è arco. Noi siamo così un cerchio incompiuto, imperfetto un arco, in cui inizio e fine non coincidono".

Autore Ivano Dionigi 

Titolo Quando la vita ti viene a trovare

Editore Laterza

Pagine e Prezzo pag. 125 prezzo 14.00 euro